giovedì 26 settembre 2019

PARTE IL NUOVO PERCORSO DI LAUREA IN SCIENZE OLISTICHE

Fermento nell’ambiente delle discipline olistiche dopo il grande successo all’evento di presentazione del nuovo percorso di Laurea in Scienze Olistiche. 


Una serata di presentazione che ha visto un folto pubblico a Monza nella sede l’Università Popolare della Cultura Olistica studio Gayatri. Evento organizzato insieme alll’Università Popolare degli Studi di Milano - Università di Diritto Internazionale, l'Ateneo che ha fortemente voluto questo nuovo percorso accademico innovativo.

Il Prof. Lorenzo Masini, docente presso la stessa Università Popolare degli Studi di Milano - Università di Diritto Internazionale è il  responsabile accademico del nuovo percorso accademico e ha preso la parola, spiegando come laurea in Scienze Olistiche sia un unicum in Italia e nasca con l’idea di dare una maggiore dignità e un riconoscimento prestigioso a chi opera nell’ambito delle discipline olistiche.




Si tratta di un percorso triennale, con i primi due anni in cui si studiano materie prettamente olistiche e nel terzo vengono affrontate basi teoriche e studio di materie importanti e fondamentali quali la sociologia, parte essenziale per un operatore olistico qualificato.

Parliamo dunque di un percorso pensato soprattutto per chi opera già in questo campo e ha la volontà di formarsi con una maggiore qualifica professionale. 

Con l’introduzione di un percorso accademico specifico il mondo della professione delle scienze olistiche si assiste da oggi a una rivoluzione:  nel futuro infatti i professionisti di questo settore si divideranno i due categorie:  i professionisti qualificati ma senza titolo di laurea e i Dottori in Scienze Olistiche. Una distinzione che dovrebbe potere aiutare chi si servirà nel futuro dei servizi di questi professionisti. 

Per avere maggiori dettagli sulle modalità di accesso al percorso di laurea in Scienze Olistiche si può andare sul sito della Università Popolare degli Studi di Milano  - Università di Diritto Internazionale (www.unimilano.net) e riempire i form di richiesta informazioni.

Nessun commento:

Posta un commento